Le spiagge più belle del Messico

La barriera corallina, le rovine perdute, le spiagge bianche: sono queste le meraviglie che rendono il Messico un Paese conosciuto e invidiato in tutto il mondo. Ma quali sono i lidi da non perdere?

Le spiagge di Playa del Carmen

Playa del Carmen

Playa del Carmen è un punto di riferimento per tutti i bagnanti che hanno voglia di divertirsi e di scatenarsi: è qui, infatti, che si concentra la movida del Paese, con un ricettacolo di locali che si susseguono sulle spiagge. Lo shopping e l'intrattenimento sono le peculiarità di questa meta, che comunque assicura anche un mare pulito, con un fondale chiaro e basso, ideale anche per i bambini. Le atmosfere della riviera, di certo, non permettono di annoiarsi.

Acapulco

Acapulco

In una rassegna così suggestiva non può mancare, ovviamente, Acapulco: il solo nome è sufficiente per evocare spiagge da sogno, l'ozio più piacevole e la tintarella. Non a caso qui si possono apprezzare alcuni dei litorali più accattivanti di tutto il Paese, in cui la bellezza dei paesaggi non è contaminata dalla movida che anima ogni ora del giorno e della notte. Come sempre, però, basta cercare con attenzione per trovare anche location meno affollate e più isolate: è il caso di Diamante e di Puerto Marqués.

Puerto Escondido

Puerto Escondido

Il nome di Puerto Escondido è ben noto a tutti i cinefili italiani, visto che qui è stato ambientato un film con protagonisti Claudio Bisio e Diego Abatantuono. Non bisogna essere appassionati di commedie italiane, comunque, per apprezzare tutti i pregi delle spiagge locali, una vera e propria attrazione per i surfisti che non sanno resistere alle sue onde. Ci troviamo nello Stato di Oaxaca, ma non bisogna temere di avere a che fare solo con cavalloni e mare mosso: per un bagno più sereno, all'insegna della quiete e senza il rischio di turbolenze, è sufficiente spostarsi di fronte al centro della località, tra la Playa Marinero e la Playa Carrizalillo.

Le spiagge di Tulum

spiagge di Tulum

Quelle di Tulum possono essere considerate le spiagge messicane per antonomasia, non solo perché sulla riva si affacciano rovine Maya che permettono di compiere un tuffo all'indietro nel tempo, ma anche per i colori tipici caraibici, dall'azzurro del mare al bianco della sabbia. Ciò che più colpisce di Tulum, tuttavia, è la barriera corallina, che è tra le più grandi di tutto il mondo. Per gli amanti della barriera corallina, in ogni caso, un'altra destinazione che merita di essere presa in considerazione è quella di Puerto Morelos, che per altro può vantare un mare estremamente pulito e caldo. Si tratta di un piccolo villaggio di pescatori che si trova più o meno a metà strada tra Playa del Carmen e Cancun: da non perdere.

Le spiagge di Cancun

Spiagge di Cancun

Si estendono per più di 20 chilometri le spiagge di Cancun, dando vita a un paesaggio in cui è il colore bianco a dominare. Ciò non vuol dire, comunque, che il litorale sia sempre uguale, anzi: ci sono proposte per tutti i gusti. Tra Cancun e l'Isla Mujeres c'è, per esempio, la baia Mujeres, che è ideale per una nuotata rigenerante o per delle immersioni alla scoperta del paradiso che si nasconde sotto il pelo dell'acqua. Se, invece, si è alla ricerca di una zona contraddistinta da una concentrazione elevata di resort turistici, il suggerimento è quello di fare rotta verso Akumal, purché si sia disposti a rinunciare alla vita notturna più sfrenata. 

Holbox

Holbox

Infine, non può mancare una doverosa citazione per le spiagge di Holbox, una graziosa isola caraibica di dimensioni modeste che ha la particolarità di vietare la circolazione dei mezzi a motore. Qui ci si può spostare solo a piedi o in bici, per riuscire a preservare al meglio la bellezza delle lagune e delle spiagge del posto. La costa dello Yucatan non è molto lontana, e in barca si arriva a Chiquila in una ventina di minuti.