Vacanze in Salento: come prepararsi al meglio per questo tipo di esperienza

L'Italia è una terra ricca di storia e di luoghi da visitare. Sono tante le zone turistiche del nostro paese che hanno ottimi numeri dal punto di vista turistico durante tutti i periodi dell'anno. Ma ce n'è uno che da almeno dieci anni a questa parte ha fatto registrare un boom forse senza precedenti: il Salento. La vacanza nella parte più a sud della Puglia è diventata ormai un must nell'Estate (ma non solo) di tantissimi turisti, sia italiani che stranieri. La richiesta di case vacanze nel Salento negli ultimi tempi ha fatto segnare numeri vertiginosi: tutti vogliono godere delle meravigliose spiagge e della natura incontaminata che questi posti ancora conservano. In questo articolo cercheremo di fornire alcuni consigli utili per affrontare al meglio questo tipo di esperienza. Non solo mare, ma anche arte, cibo, vita notturna e qualche dritta su come spostarsi nei periodi più affollati.

Come arrivare e come muoversi

Se siete abituati ai servizi delle grandi città e al tran tran quotidiano fatto di smog, macchine e mezzi pubblici, resettate per un attimo la mente. Il Salento è pronto ad accogliervi per farvi vivere giorni magnifici, ma è meglio farlo seguendo alcune indicazioni. Visto l'enorme afflusso di turisti, soprattutto nei mesi più caldi dell'anno, è consigliabile non saturare ulteriormente una zona già carica di gente. Godetevi la vacanza muovendovi il più possibile a piedi o in bicicletta, sarebbe l'ideale. Prima però bisogna arrivarci in Salento, e in questo caso è meglio farlo in macchina. La A14 che va da Bologna a Taranto vi permette di arrivare a Bari e prendere successivamente il tratto Brindisi-Lecce. L'importante è non farlo nell'orario compreso tra le 12 e le 15, altrimenti rischierete di fare code chilometriche sotto un sole cocente. La stessa cosa vale per chi giunge dalla parte tirrenica d'Italia: imboccate la Napoli-Canosa-Bari e poi via sulla Brindisi-Lecce, sempre con un occhio all'orario. Per chi scegliesse l'opzione treno invece, il consiglio è arrivare a Lecce e poi affittare una macchina per gli spostamenti. Così come per chi dovesse giungere in aereo: l'aeroporto di riferimento è Brindisi (che dista 40 km da Lecce) e da lì bisogna noleggiare un'automobile. Fare affidamento sui mezzi pubblici locali è altamente sconsigliato, specialmente in piena Estate.

Dormire e mangiare: le scelte migliori

Il Salento è famoso per la bellezza delle sue spiagge e per la loro folta presenza lungo gli oltre 200 km di costa su cui si estende. Per questo è preferibile cercare un appartamento (o anche un hotel, a seconda delle proprie esigenze) nell'entroterra, in modo da visitare più spiagge possibili durante la permanenza senza disdegnare qualche puntata nei maggiori centri abitati.

Per quanto riguarda il cibo, le pietanze a base di pesce sono le più consigliate. Come tutte le zone di mare infatti, anche il Salento ha un'ottima tradizione culinaria dal punto di vista ittico. Ma ci sono anche moltissimi piatti tipici da assaggiare assolutamente come ad esempio la pucciail pasticciotto e tanti altri ancora.

Non solo spiagge: cosa vedere e come svagarsi la sera

Abbiamo già sottolineato la magnificenza e la varietà delle spiagge salentine. Questo splendido territorio però è ricco anche di tantissime altre bellezze da non lasciarsi sfuggire. Lecce ad esempio, con il suo stile barocco, merita almeno un'intera giornata di visita approfondita in ogni suo angolo di storia. Anche Otranto, con il suo splendido castello aragonese, non può essere assolutamente trascurata. Poi ci sono GallipoliS. Maria di Leuca e tante altre piccole realtà che vi lasceranno comunque sbalorditi per la loro unicità. Durante la sera poi, c'è l'imbarazzo della scelta. Tante le discoteche e i locali, sul mare ma non solo, se si opta per un divertimento dal taglio più giovanile. Se invece si sceglie una serata più tranquilla, tutti i paesini pullulano di sagre e feste a base soprattutto di pizzica e taranta, balli popolari tipici di queste zone.